Impianti trattamentoACQUE REFLUE

Home / Rimozione del Boro - acque reflue da cromatura trivalente
Share

Rimozione del Boro – acque reflue da cromatura trivalente

2021

Vicenza

Cromatura di componenti in ABS per l’automotive

Descrizione:

Nuovo progetto in Italia per il trattamento a circuito chiuso delle acque di lavaggio da processo di cromatura della plastica.
L’introduzione del cromo trivalente nei processi di cromatura della plastica e dell’ABS rappresenta una nuova sfida per le aziende del settore. L’eliminazione del cromo esavalente ha infatti comportato varie conseguenze a livello produttivo, una delle quali è l’integrazione o la modifica degli impianti di depurazione esistenti in funzione delle diverse delle caratteristiche delle acque di scarico.
Un inquinante in particolare crea difficoltà di gestione negli impianti di depurazione ed è il Boro.
SAITA negli ultimi anni ha sviluppato tecnologie per la rimozione del Boro in varie applicazioni industriali interessate da tale problematica ed il settore della cromatura della plastica è uno di questi.

In questo progetto realizzato per un’azienda leader nella cromatura di componenti per l’automotive è stata prevista un’espansione dell’impianto di depurazione esistente. Per risolvere il problema della presenza di Boro nelle acque di lavaggio la soluzione adottata è stata quella di installare impianti di trattamento a circuito chiuso per i lavaggi post cromatura. Per i primi lavaggi statici è stato applicato un impianto di evaporazione sottovuoto mod.EV400HT, con una capacità oraria di 400 lt/h, mentre per i successivi lavaggi un impianto di demineralizzazione a riciclo completo di resine selettive per il boro. In questo modo la contaminazione di Boro negli scarichi è stata confinata in questo circuito chiuso. L’unico rifiuto di scarto contente Boro è infatti  il liquido concentrato prodotto dall’evaporatore. Liquido che viene successivamente sottoposto a trattamento chimico-fisico che ne consente la precipitazione sotto forma di fango disidratato grazie ad un processo chimico sviluppato da SAITA. Si può quindi dire che per questa particolare applicazione è stato realizzato con successo un sistema a Scarico Zero.

Caratteristiche tecniche:
Capacità evaporatore EV400HT 9000 Lt/giorno
Consumo elettrico 180 Wh/Lt
Acqua distillata riciclata >95%
Conducibilità del distillato prodotto < 10 us/cm
Funzionamento automatico H24
Smaltimento di fango disidratato

Highlights:
Precipitazione chimica del Boro
Scarico Zero
Riutilizzo acqua distillata
Resine selettive per il Boro

Specifiche tecniche:

I nostri prodotti Assistenza

Referenze

Soluzioni impiantistiche personalizzate

Scarico zero trattamento emulsioni

Evaporatori sottovuoto – trattamento emulsioni oleose

2021

Italia

Discover more
evaporatore vacuum evaporator

Evaporatore sottovuoto – tunnel di lavaggio componenti

2021

Bergamo

Discover more
vacuum evaporator chromating line

Rimozione del Boro – acque reflue da cromatura trivalente

2021

Vicenza

Discover more
depurazione acque smalteria

Smaltatura componenti per elettrodomestici – chimico-fisico

2020

Reggio Emilia

Discover more
Guarda tutte le ultime referenze